Nigro

Fisarmonicista virtuoso ed eclettico, inizia il suo percorso artistico con il gruppo “Rosaluna”  con all’attivo 4 album ufficiali (Incrocio, Rosaluna, Ritorno al solito pensiero e Musicomio) e gli omaggi a Fabrizio De Andrè e Giorgio Gaber di Mucchio extra. Fondatore del “Sàzizz’ Trio” e promotore del progetto RàmSàzizz’ ha suonato e collaborato inoltre con: Il Parto delle Nuvole Pesanti, Mandara, Orchestra del teatro Rendano, Sourakatà Dioubatè, Mustafà Gengic, Le Cirque du Soleil, Baba Sissoko, Amy Denio, Peppe Voltarelli, Danilo Montenegro, Cataldo Perri e tanti altri…

Il suo primo lavoro da solista, Orientato a Sud, è un disco breve e quasi interamente strumentale (l’unica eccezione “Orientato a Sud”, brano che chiude e dà il nome all’album): una summa di luoghi, generi e atmosfere vissute e immaginate, in cui la versatile linea melodica della fisarmonica fa da filo di Arianna.
Un disco piacevole, magistralmente pensato, che dalle esperienze musicali di Nigro trae i sodalizi migliori: Mirko Menna, carismatico cantautore e cantante ne Il Parto delle Pesanti, il percussionista Gennaro “Mandara” de Rosa e il sassofonista Gianfranco De Franco.
Otto viaggi musicali ai quattro angoli del mondo, che solo insieme trovano una direzione, nell’ultima musica, quella del ritorno a Sud, accompagnata dalle parole di Mirko Menna, un settentrionale che del Sud ha fatto bandiera: orientata a sud una rondine sente il ritorno / splende a mezzogiorno l’ora che orienta a Sud. Orientato a sud.